Intelligenza e QI

Intelligenza e QI

Circa 100 anni fa alcuni specialisti, principalmente psicologi, iniziarono a ricercare l’intelligenza umana usando il quoziente intellettivo. Possiamo definire il QI come un rapporto tra l’età mentale e quella reale (per i bambini). A volte il QI è confuso con l’intelligenza. La verità è che sono strettamente connessi, ma non sono la stessa cosa.

Per illustrare questo concetto, mostrerò un esempio del settore informatico. Il QI è come un processore di un computer, che determina la velocità e il volume dei dati elaborati con successo in un intervallo di tempo, ma molti altri fattori incidono sull’output totale del computer (hard disk, scheda grafica, ram, schermo, etc…)

L’intelligenza è un intero insieme di fattori legati alla velocità del pensiero.

La mia definizione semplificata di intelligenza è: l’intelligenza è la capacità di arrivare a una vera (corretta) conclusione (risultato) da certe presunzioni (fatti). Definisco la genialità come la capacità di trarre conclusioni corrette anche da una quantità insufficiente di fatti.

Non molto noto è il fatto che ci sono diversi tipi di intelligenza e, anche se esiste una certa correlazione (mutua relazione) tra di loro, il QI per i singoli tipi di intelligenza varia in modo significativo per ogni persona. Cercherò di elencare qui i singoli tipi di intelligenza, come stabilito da vari psicologi: Matematica, 3D, verbale, logica, linguaggio (lingue straniere), manuale, musicale, creativo, percezione, sociale, pensiero astratto, immaginazione visiva, velocità di reazione e memoria. Ciascuno dei tipi elencati ha molti sottotipi, ad es. secondo il criterio di convergenza – un compito ha sempre solo una soluzione o divergenza corretta – un compito ha molte soluzioni corrette.

Nonostante le molte opinioni diverse sull’intelligenza e sulla sua misurazione, per 30 anni siamo stati in grado di creare test QI relativamente precisi da diversi campi dell’intelligenza umana. I risultati sono molto importanti quando si decide della futura professione di un individuo. Non significa determinare che cosa dovrebbe diventare qualcuno, come talvolta demagogicamente dichiarato – in una società libera, chiunque (almeno teoricamente) può diventare qualsiasi cosa, ma è una parte importante di informazioni ausiliarie nella scelta di una professione.

Un esempio specifico: se peso 100 kg, le mie possibilità di diventare un fantino fantino o timoniere sono minime. Non sto dicendo che non può accadere. Con grandi sforzi, potrei diventare un buon fantino (timoniere), ma le mie possibilità di successo sono certamente inferiori rispetto a se dedicassi i miei sforzi al lancio di spari o al lancio del disco. L’intelligenza funziona allo stesso modo. Una persona con poca intelligenza verbale difficilmente diventerà un consulente di successo, ma è possibile che questa mancanza non gli impedisca di essere un buon notaio … e così via.

I buoni test del QI sono indipendenti dal genere, dall’educazione, dall’ambiente sociale, ecc. Il risultato è la capacità misurata del cervello di prendere rapidamente e correttamente una decisione nel campo pertinente. L’unico inconveniente è che un individuo senza conoscenza (solo con alto QI) può essere un deficiente totale.

Ora dimostrerò un semplice esempio quando una persona con un QI alto potrebbe anche sbagliarsi. Ecco una sequenza matematica: 2 4 6 8? – al posto del punto interrogativo dovrebbe essere probabilmente 10. Saltiamo il numero 6 e la sequenza appare così: 2 4 8? – supponiamo che al posto del punto interrogativo debbano essere 16. Il risultato è stato modificato solo a causa di una singola informazione saltata (6); nella vita reale di solito abbiamo molte più informazioni e, nonostante ciò, siamo costretti a prendere decisioni corrette.