Neuromarketing ed internet. La nuova frontiera del web marketing

Neuromarketing ed internet. La nuova frontiera del web marketing

Dal momento che i mercati diventano sempre più affollati,  diventa ancora più difficile per i marketesr differenziarsi e promuovere efficacemente un brand sul web. Qual è la soluzione? La maggior parte dei professionisti del web marketing oggi sarebbe d’accordo sul fatto che il neuromarketing debba essere in cima alla lista.

Cos’è il neuromarketing?

Esistono molte definizioni diverse di neuromarketing ma ecco una delle spiegazioni migliori: “Il neuromarketing è lo studio formale delle risposte del cervello alla pubblicità e al branding, e l’adeguamento di quei messaggi basati sul feedback per suscitare risposte ancora migliori. “

L’importante distinzione tra questa definizione e le molte altre che puoi trovare su internet è che il neuromarketing non si limita a studiare la risposta del cervello umano a vari messaggi di branding e tecniche di marketing – in realtà implica l’adeguamento di questi messaggi in base al feedback.

In altre parole, il neuromarketing di successo non solo studia come i consumatori rispondono ai messaggi, ma richiede anche ai brand di modificare e modificare i messaggi in base a come rispondono. Di conseguenza, il neuromarketing è qualcosa che richiede disciplina a lungo termine.

In termini di web marketing e in particolare di web design, tutto ciò che fai potrebbe avere un impatto sugli utenti target. Dai singoli colori che scegli per il posizionamento di uno specifico elemento di design, qualsiasi cosa può influenzare la percezione della tua offerta di valore nella mente dei tuoi visitatori. Uno degli esempi più recenti è stato messo in atto proprio da Google, che ha cambiato il colore delle etichette delle campagne Adwords, aumentando il tasso di clic.

Suggerimenti e best-practice

Come un moderno marketer che cerca di attingere idee progressive e massimizzare il valore del web design, è fondamentale iniziare a sfruttare alcuni concetti e teorie di base del neuromarketing. Non preoccuparti, non dovrai investire in risonanza magnetica o elettroencefalografia per misurare l’attività cerebrale. Invece, puoi semplicemente fare riferimento e utilizzare i potenti dati che sono già stati raccolti e pubblicati.

1. Usa elementi di riprova sociale

C’è una forza potente nel mondo che gli scienziati hanno soprannominato “riprova sociale“. Questa è la forza psicologica che dice a un individuo che un’azione particolare è migliore poiché gli altri stanno facendo la stessa cosa. Il resto di noi lo chiama “seguire la massa“. Indipendentemente dall’etichetta che si vuole dare a questa forza, la prova sociale è qualcosa che bisogna prendere sul serio dal punto di vista del web design.

La prova sociale può assumere molte forme. A McDonald’s piace utilizzare i suoi segni iconici per vantarsi che ora è servito più di “X miliardi” di clienti. I night club limitano il numero di clienti che possono entrare perché sanno che l’esclusività rendono il club più prestigioso.

Nel web design, ci sono dozzine di possibili tecniche., ma forse l’elemento più efficace della prova sociale è la testimonianza del cliente.

Le testimonianze dei clienti sono percepite come estremamente preziose perché vengono direttamente dalla bocca di un cliente reale. Si noti come questa landing page di un’azienda di storage nazionale utilizzi la seguente testimonianza con un nome e un headshot: “” Ho avuto un’esperienza meravigliosa presso gli US Storage Center … Ho trovato che i manager erano estremamente cordiali e premurosi. E mi è piaciuto il fatto che la struttura fosse nuova e molto pulita. Li raccomando vivamente. “Non è necessariamente la testimonianza più eloquentemente scritta, ma è per questo che funziona. È reale – direttamente dal cuore.

Dovresti usare quanti più elementi di prova sociale possibili per far sentire i tuoi ospiti a loro agio e rassicurati. In effetti, è quasi impossibile superare la prova sociale.

2. Metti il ​​tuo logo ovunque

Mentre viviamo in un mondo che è enormemente saturo di messaggi pubblicitari, la ricerca mostra che effettivamente elaboriamo la pubblicità, anche se la maggior parte di questa elaborazione viene eseguita a livello di subconscio.

Un principio psicologico che supporta l’importanza del marchio onnipresente per i marketer è il fenomeno Baader-Meinhof. Questo fenomeno dice che quando una persona riconosce consapevolmente qualcosa di nuovo – sia un’idea, una parola, un’immagine, ecc. – inizia a inconsciamente cercarla in altre cose. La parzializzazione di conferma, quindi, inizia e la gente inizia a vedere quella nuova cosa più spesso.

In termini di web design, puoi utilizzarlo a tuo vantaggio utilizzando il logo del tuo brand più frequentemente – nelle immagini dei blog, nelle firme e-mail, nelle pagine di destinazione, nelle intestazioni, ecc. Di conseguenza, incoraggerete i clienti a notare inconsciamente il vostro logo in tutti gli altri posti in cui è presente il logo.

3. Scegli i colori che suscitano emozioni specifiche

Sapevi che i colori specifici suscitano emozioni diverse nei consumatori? Ecco perché McDonald’s, Wendy’s, In-N-Out e innumerevoli altri fast food utilizzano i colori rosso e giallo. Il colore rosso rende le persone calde, confortevoli e affamate, mentre il giallo è direttamente correlato alla felicità e alla cordialità. La combinazione di questi colori incoraggia inconsciamente le persone ad acquistare cibo.

Quando si tratta di web design, dovresti selezionare attentamente il tema del colore in base agli obiettivi di conversione del tuo marchio. Inizia a studiare la teoria del colore e noterai che i toni e le sfumature che usi possono suscitare risposte davvero uniche. Piuttosto interessante, vero?

4. L’ansia da…step

“La gente evita l’ignoto come la peste. Se un prodotto ha poche informazioni o sembra non essere familiare, un acquirente non lo sceglierà “, afferma l’imprenditore Larry G. Maguire. “In altre parole, le persone hanno maggiori probabilità di scegliere qualcosa di cui conoscono i risultati, preferendo una probabilità nota su una probabilità sconosciuta.”

Maguire suggerisce di superare l’effetto dell’ambiguità offrendo metafore, rendendo le opzioni facili da selezionare e utilizzando i dati reali e le statistiche. Più puoi rendere digeribile il contenuto, migliori saranno i risultati.

Il cervello umano è molto potente. E mentre ci piace pensare che tutto ciò che i clienti fanno è logico e consapevole, la realtà è che gran parte del processo di acquisto è influenzato da reazioni innate e inconsce al mondo che ci circonda.

Dal punto di vista del web marketing, è importante capire questa verità e sbloccare il potere del cervello per aumentare le conversioni e incrementare le vendite.